Nicolaus

Caricamento delle informazioni

L'operazione potrebbe richiedere una breve attesa.

Viaggi in Grecia ed informazioni ingresso/rientro in Italia – Covid 19

VIAGGIARE IN GRECIA

COVID-19. NORMATIVA ITALIANA: Dal 26 ottobre al 15 dicembre 2021, gli spostamenti da/per l’estero sono disciplinati da: DPCM 2 marzo 2021 e Ordinanza 22 ottobre 2021.

Indipendentemente dalla nazionalità e dalle modalità d’ingresso in Grecia (volo internazionale, traghetti, valichi via terra, etc.) tutti i viaggiatori (inclusi i MINORENNI che hanno già compiuto 12 anni) devono:
1. Compilare – al più tardi il giorno prima dell’arrivo in Grecia - un modulo online su questo sito (non accessibile con Internet Explorer), il Passenger Locator Form (PLF), con il quale devono fornire informazioni sul luogo di provenienza, sulla durata dei soggiorni precedenti in altri paesi e sull'indirizzo del proprio soggiorno in Grecia. Si precisa che la pagina travel.gov.gr è gestita dalle Autorità greche e non dall’Ambasciata d’Italia ad Atene. Per quesiti legati al funzionamento del sito e/o dubbi sull’ingresso nel Paese connessi alla compilazione del PLF è possibile contattare il numero di assistenza indicato dalle Autorità greche: (0030) 2155605151 (in inglese o greco), attivo dalle 9 del mattino alle 5 del pomeriggio dal lunedì al venerdì (ora di Atene, +1 ora rispetto all’Italia).

2. Presentare la Certificazione Digitale Covid-UE (cosiddetto “Green Pass”), purché questo attesti, in alternativa, a) il completamento del ciclo vaccinale da almeno 14 giorni (il conteggio dei giorni parte dal giorno successivo a quello dell’ultima dose). b) guarigione da Covid-19 negli ultimi sei mesi; c) test PCR negativo effettuato nelle 72 ore prima dell’ingresso in Grecia o test antigenico effettuato nelle 48 ore prima dell’ingresso in Grecia.
Stando alle verifiche effettuate dall’Ambasciata d’Italia ad Atene con le competenti Autorità sanitarie greche, sebbene anche in Grecia chi ha contratto il COVID in passato possa avere una sola dose del vaccino, il Green pass rilasciato alle persone rientranti in questa casistica (Covid in passato + una sola dose su due di vaccino) non viene accettato per entrare in Grecia.
In attesa di possibili novità dal punto di vista normativo, per entrare in Grecia (ed evitare problemi in fase di imbarco) sarà dunque necessario che chi rientra in tale casistica ricorra a una delle altre alternative previste dalle Autorità greche, qui riportate.

Alternative al Certificato Digitale Covid-UE:
a) Certificato di vaccinazione che attesta il completamento del ciclo vaccinale da almeno 14 giorni;
b) Test PCR negativo effettuato nelle 72 ore prima dell’ingresso in Grecia;
c) Test rapido antigenico effettuato nelle 48 ore prima dell’ingresso in Grecia;
d) Un certificato di guarigione dal Covid-19 rilasciato almeno 30 giorni dopo il primo test positivo. Per la normativa greca il certificato di guargione rilasciato in tal modo è valido fino a 180 giorni dopo il primo test positivo. Qualora il certificato di guarigione in vostro possesso non abbia le caratteristiche previste dalla normativa greca appena descritta si raccomanda di valutare attentamente di ricorrere – in sostituzione del certificato di guarigione – a una delle altre alternative previste.
e) un certificato di positività al Covid-19, da provare tramite la presentazione di un test molecolare o antigenico positivo effettuato tra i 180 e i 30 giorni prima dell’ingresso in Grecia.
Tutti i certificati summenzionati possono essere in italiano, inglese, francese, tedesco, spagnolo, russo o greco e devono includere il nome della persona così come indicato in un documento di identità.
Ai passeggeri sprovvisti di PLF e di uno dei certificati di cui al punto 2) verrà rifiutato l’imbarco.

Rimane inoltre in vigore per tutti i passeggeri in ingresso la possibilità di essere sottoposti, a campione, a un test rapido effettuato all'arrivo in Grecia. Il test a campione, qualora si venga selezionati, è obbligatorio: le Autorità greche si riservano il diritto di rifiutare l’ingresso nel Paese a coloro i quali si rifiutino di sottoporsi al test rapido. 
 
In caso di positività al tampone rapido in ingresso – o al tampone eventualmente effettuato prima di rientrare in Italia - è previsto un periodo di isolamento obbligatorio per i viaggiatori risultati positivi e per i loro contatti prossimi. Per un approfondimento sulle procedure di quarantena previste dalle Autorità greche in caso di positività al Covid-19 si raccomanda un’attenta lettura dell’approfondimento a cura dell’Ambasciata. 
 
Maggiori informazioni sulle misure previste per l’ingresso in Grecia sono disponibili sul seguente sito, a cura della Protezione Civile greca: https://travel.gov.gr/#/.