RASSEGNA STAMPA

Nicolaus mira a mercati High Spending come quello giapponese, russo e statunitense- Giugno 2006



Dicono di noi - Guida Viaggi

----------------------------------------------------------



5 Giugno 2006


Il t.o. mira a mercati "high spending" come quello giapponese, russo e statunitense; in progetto un volo Mosca-Bari



Era il 2001 quando a Ostuni Giuseppe e Roberto Pagliara iniziarono a promuovere il territorio pugliese dedicando un'attenzione particolare agli agriturismi e alle antiche masserie del luogo.

Oggi i fratelli Pagliara sono a capo del gruppo Nicolaus Tour, un operatore che ha chiuso il 2005 generando un fatturato di 6 mln di euro e che conta nel nuovo anno di raggiungere quota 10 mln, con l'arrivo del nuovo catalogo "Benessere" e con il potenziamento del mercato del Nord Italia, grazie al rinforzo dei collegamenti aerei operati da Air One e Meridiana sulla Puglia.

"L'attività del marchio - ci spiega Giuseppe Pagliara - poggia innanzitutto sulla scelta del prodotto; la nostra offerta si rivolge ad un target piuttosto alto che esige un livello qualitativo molto elevato sia nelle strutture alberghiere che nei servizi e la Puglia è una regione che stà investendo molto sulla qualità, non a caso è tra le più apprezzate da un turismo d'elite anche internazionale."


Un'offerta in tre cataloghi

Tre i cataloghi che Nicolaus distribuisce nelle agenzie italiane: "Puglia", con una selezione di hotel 4 e 5 stelle, alberghi rurali, masserie, agriturismi ed appartamenti nei borghi medioevali, "Villaggi Italia", con un'offerta non generalista di strutture nelle più note località balneari e il nuovo "Benessere", che presenta un ampio ventaglio di prestigiose beauty farm in tutta Italia.

"Auspichiamo che i nostri sforzi ci aiutino a chiudere il 2006 con un +80% e non nascondo che questa ambiziosa previsione non ci spaventa se consideriamo che oggi siamo già su un incremento che sfiora il 40%". Investimenti che si aggirano intorno ai 100.000 euro riguarderanno l'innovazione tecnologica della Nicolaus, un'azienda orientata ad una linea commerciale rigorosamente b2b, almeno per il prossimo triennio, che continua a vedere nelle agenzie un canale di vendita insostituibile, riconoscendo loro commissioni a partire dal 12%, un'azienda che a breve termine conta di estendere la propria influenza commerciale anche nelle Marche, in Umbria e in Emilia Romagna.


Novità per l'incoming

Venti di novità spirano anche dal segmento incoming, con il quale Nicolaus collabora da tempo rivolgendo la proprie mire soprattutto a mercati di nicchia (USA, Olanda, Belgio, Lussemburgo e Svizzera). " Già da un anno un accordo siglato con Atheion, un t.o. con sede a Tokyo, ci permette di stampare un catalogo in lingua rivolto al mercato giapponese e la vera novità di quest'anno sul fronte incoming è rappresentata dall'apertura della nostra offerta alla clientela russa, grazie alla collaborazione con un noto operatore italiano che conosce già da tempo questi mercati e che stà lavorando con noi al progetto di un collegamento charter Mosca-Bari", sottolinea Pagliara.

Ai russi Nicolaus proporrà una miniprogrammazione focalizzata su alcune macroaree turistiche, con soluzioni ricettive adiacenti ai centri di vacanza.




--------------------------------------------------------


<< indietro