RASSEGNA STAMPA

Nicolaus sale in cattedra- Marzo 2009



Dicono di noi

----------------------------------------------------------



28 marzo 2009


NICOLAUS SALE IN CATTEDRA



IL TOUR OPERATOR PROTAGONISTA DI UNA LEZIONE ALL’UNIVERSITA’ IULM DI MILANO



Milano, marzo 2009 – Il tour operator Nicolaus è stato protagonista di una lectio magistralis che si è tenuta lo scorso 24 marzo nell’ambito del Master internazionale in Tourism Management (MTM) dell’Università Iulm di Milano.
A salire in cattedra in rappresentanza del t.o. Elena Lavolta, responsabile Nicolaus per l’area DMC (Destination Management Company) preposta alla gestione del turismo incoming, che nel Sud Italia fa registrare da sempre numeri particolarmente significativi.
Dopo una presentazione dell’azienda e della sua filosofia, l’esposizione si è focalizzata in particolare sullo sviluppo e la gestione di un luxury brand, ripercorrendo la case history di “Raro - Private Collection”, il nuovo prodotto di Nicolaus dedicato al turismo di lusso Made in Italy.
La lezione, che si è svolta interamente in inglese, ha avuto un ottimo riscontro da parte dell’uditorio, composto dagli studenti di provenienza internazionale e dal loro coordinatore, prof. Giorgio Castoldi. Grande l’interesse - testimonato dalle numerose domande e dal coinvolgimento interattivo dei ragazzi - suscitato dal tema del turismo d’alta gamma, che costituisce una fetta importante dell’incoming italiano e un segmento in costante crescita.
Nicolaus rappresenta un caso imprenditoriale d’eccellenza, che anche in tempi di crisi ha saputo consolidarsi come leader del comparto turistico nazionale. “In un Paese nel quale il turismo è da sempre un fattore importante di sviluppo e di traino per l’economia, è essenziale formare delle figure competenti e pronte a inserirsi nei punti strategici della filiera, per determinare un approccio sempre più professionale e aperto alle nuove sfide globali. – dice Elena Lavolta – Puntare sui giovani a questo scopo è fondamentale: per questo motivo abbiamo accettato volentieri la proposta della Iulm di mettere la nostra esperienza al servizio dei manager del futuro”.





--------------------------------------------------------


<< indietro