Polignano a Mare

Piccolo gioiello della costa pugliese, immerso tra cielo e mare; il luminoso paesaggio, dipinto da armoniose sfumature di azzurro, si presenta alla vista in una incantevole cornice naturale.
Gli oltre 12 km di costa sono disseminati di un gran numero di anfratti, che il mare ha scavato ed eroso nel tempo e che danno origine a meravigliosi angoli nascosti tra le rocce.

Le Origini

Le origini di Polignano sono molto antiche. Per esaminare le bellezze della città il punto di partenza è senz'altro il borgo antico, il nucleo storico di Polignano. Completamente affacciato sul mare, durante il Medioevo esso era circondato da un fossato e da una cinta di mura, fortificate con torrioni e baluardi, per l'avvistamento e la difesa contro pirati e musulmani. Entrando nel borgo, appena superato l'arco, sulla sinistra, si trova la Chiesa del Purgatorio, costruita nella prima metà del '700. Di fronte alla Chiesa si incontra il Palazzo “Pino Pascali”, una Galleria d'Arte ed un contenitore culturale dedicato alla memoria di questo pittore e scultore polignanese. Proseguendo verso la Piazza Vittorio Emanuele, si passa davanti al Sedile e alla Gogna, ed infine si giunge alla piazza su cui si affaccia il palazzo dell'Orologio. Su questo stesso largo si trova la Chiesa Matrice Santa Maria Assunta, ex Cattedrale di Polignano.

Il Borgo

Inoltrandosi nelle viuzze del borgo antico che si dipartono da Piazza Vittorio Emanuele II, presto si arriva alle logge, piacevoli terrazze panoramiche sul mare, da cui si possono ammirare i tratti di costa che fiancheggiano il paese. Il panorama di Polignano, arroccata sulle pareti rocciose a strapiombo sul mare, è stato celebrato da numerosi viaggiatori; passando a bordo di una nave o durante una passeggiata in barca, risalta l'incantevole contrasto che il candido biancore delle case presenta tra il blu marino e l'azzurro del cielo.
Alla base rocciosa della costiera polignanese, lungo l'intero tratto occupato dal paese, si aprono le macchie scure delle grotte, che sembrano attrarre l'osservatore a scoprire nascoste bellezze. La più affascinante e famosa è la Grotta Palazzese. Nelle prime ore del giorno, quando i raggi solari la illuminano radendo la superficie marina, si possono ammirare tutte le sfumature dei verdi e degli azzurri riflessi delle acque. Anche in certe notti di luna luminosa e bassa a oriente lo spettacolo all'interno della grotta è indimenticabile.

Le Grotte Marine

Ognuna delle grotte che contraddistinguono la costa di Polignano ha un nome, che si riferisce a una leggenda a essa legata, alla posizione, a una caratteristica ecc..
Polignano si propone anche come un'interessante zona archeologica. Infatti nei suoi dintorni sono numerosi i segni dei primi insediamenti umani stanziali, risalenti all'età neolitica; non mancano frammenti ossei di di grandi mammiferi vissuti in ere ancor più remote.