Vieste

Documentata in età romana è il centro turistico di maggior rilievo del Gargano; il nucleo storico allunga viuzze spesso realizzate a scale e affittisce le case sulla penisola di S. Francesco, intorno al Castello svevo. Oltre l'imponente porta di accesso alla città storica, è la Cattedrale, arroccata lungo lo scalone dell'Arcivescovado. I recenti restauri hanno messo in luce i connotati originari dell'aula a tre navate.
La città ospita due Musei: il Museo archeologico civico e il Museo malacologico.
La zona attorno a Vieste è ricca di anfratti, di suggestivo fascino non solo dal punto di vista naturalistico ma anche per le testimonianze dell'uomo in esso conservate, che sono raggiungibili nella stagione estiva tramite un servizio barche in partenza dal porto. Sull' isola del Faro di S.Eufemiaè una grotta dove si conserva un'iscrizione di Orseolo II, dove doge veneziano che si impegnò in difesa di Bari e della Puglia intorno al Mille.

Le Spiagge

Come si è detto Vieste è una delle località più famosa del Gargano: stupenda è la spiaggia Castello, lunga 3 chilometri, attrezzatissimi sono gli alberghi e i campings, disseminati lungo la costa. Numerosissime ed affascinanti sono le grotte marine e le baie. Tra le grotte, spesso raggiungibili solo dal mare, occorre ricordare quella di S. Nicola, la grotta del Saraceno, la grotta Lina e quelle della Salata e Caprarezza. L'entroterra inoltre riserva delle insospettabili sorprese ecologiche. Sempre nei dintorni di Vieste è possibile effettuare una escursione al Santuario di Santa Maria di Merino.